lunedì 31 gennaio 2005

Flash MX e El Depra

Se qualcuno in futuro vi chiederà di fare un progetto con Flash MX ditegli....con molta calma......DI NOOOOOOOO!!!!!.

MALEDIZIONE SPAZA!!!!

sabato 29 gennaio 2005

RE: Povero Pes

Tutto under control... è un racconto tratto da un sito che raccoglie storie di bambini... questo era il più originale...

Rocky Balboa tribute video

Ogni commento è superfluo...

Guardate qui!

giovedì 27 gennaio 2005

Povero Pes...

Pes, devi frequentare meno l'osteria di Torre! Ricorda che tua nonna non è la TV!
Stai pericolosamente invecchiando.....
Non è che per caso scrivendo la tesi ti sei scordato di mangiare e, preso da una improvvisa pazzia pescicida, se andato a pescare nel canale che porta l'acqua da Torre a Stretti (passando per Staffolo!)?!?!?!?!

Della serie "Io speriamo che me la cavo..."

Il Sile per molte famiglie era una fonte di vita. Spesso dava più sostentamento il fiume che la campagna vicina. Lungo il Sile viveva "Ciccio Caivo" un abile pescatore. Passava le sue giornate a pescare. Conosceva tutto del Sile. A casa mia c'erano tante bocche da sfamare e allora il nonno diceva alla nonna: "Isa, non c'è niente da mangiare, prepara "el ciaro" (fanale a petrolio) che si va a pescare". Il pesce era numeroso sia nei "fontanassi"(fontanili) che nel fosso di raccordo tra fontanasso e Sile. E così nonno e nonna tornavano con lucci, temoli, scardole... e la cena era assicurata! Si pescava con la fiocina, un lungo bastone in cui erano incastrate delle punte di ferro, fatte spesso con le "stecche" d'ombrello.

Racconti trevigiuani...

venerdì 21 gennaio 2005

Metereologia nel Nord Est (Aggiornamenti)

Con il presente, intendo estendere ulteriormente l'argomento "Metereologia nel Nord Est", da me precedentemente proposto.

Colgo l'occasione per rigraziare i contributi pubblicati, ed in particolar modo, il mio amico Diego che ha fornito gli aggiornamenti del suddetto.

Vi anticipo, inoltre che a breve presenterò un nuovo lavoro sulla cultura del nord est.

"Spizza a vagina, pioggerellina."
"Spizza al sedere, nuvole nere."
"Spizza al seno, tempo sereno."
"Spizza a capea, scaivea."
"Spizza all'orifizio, tempo propizio."
"Spizza alle mani, tsunami."
(Di grande attualità)
"Spizza a un coglione, inondazione."

Metereologia nel Nord Est (Delucidazioni)

Caro Matteo,
la tua domanda è legittima e ben posta. La risposta non è così semplice a darsi. Come avrai potuto notare, alcune zone del corpo rivelano situazioni metereologiche differenti. A questo punto entra in giuoco la saggezza del mezzadro; che in base alla propria esperienza, alle caratteristiche del prurito e del contesto ambientale nel quale è inserito, discerne la giusta previsione. Tale abilità, infatti, non fa parte di tutti i comuni mortali, ma è stata data solo a pochi.
Spero, con queste poche righe, di aver fugato i tuoi dubbi; in caso sono disponibile per ulteriori delucidazioni.

giovedì 20 gennaio 2005

RE: Metereologia nel Nord Est

Vorrei una delucidazione. Non ho capito bene che tempo fa in caso di prurito allo scroto. tempo ignoto, terremoto o maremoto?
Grazie

mercoledì 19 gennaio 2005

Detti popolari

Moji i cavei, nebion da tajar co i cortei!
Mojo= voce del verbo essere mojo= umidiccio tendente al bagnato fastidioso.

Mio nonno offre consulenze metereologiche gratuite tramite dolori alle ossa sensoriali. Se interessati recarsi ogni lunedì mattina nel bar davanti alla biblio a San Dona' e chiedere di "Ciccio Borin".
NO PERDITEMPO!!!!

RE: Metereologia nel Nord Est

Fornisco un piccolo contributo al già ottimo post culturale del Redy:

"Spizza al pel, tempo bel."
"Spizza al prepuzio, piove senza judizio." (Tipica assonanza ritmica)
"Spizza ae rece, piove a sece."
"Spizza a capea, serve pì de na ombrea."
"Spizza ai dei, canta i osei." (Da leggersi come previsione ottimistica)
"Spizza al col, a ciama sol."


lunedì 17 gennaio 2005

Metereologia nel Nord Est

Con il presente intendo dare il mio primo contributo per l'innalzamento culturale del blog. Questo post ha contenuti di cultura locale.

Da prima che le scienze metereologiche avessero lo sviluppo attuale, nel Nord Est Italia ed in particolare nella zona del Basso Piave, alcuni saggi mezzadri, erano in grado di prevedere l'andamento metereologico in maniera infallibile. Da notere che le previsioni non avevano alcuna base scientifica, ma si basavano solamente sulle percezioni fisiche del soggetto. Volendo fare un confronto con la medicina questa attività si potrebbe paragonare alla pranoterapia (riconosciuta come medicina alternativa); quindi i concetti che verranno espressi fanno parte della "Metereologia alternativa".
Le previsioni metereologiche, che i saggi compivano, si basavano sulla sensazione di prupurito che percevivano sul proprio corpo. Questa particolare sensibilità non era di tutti; lo stesso vale per la capacità di associare la senzazione di prurito agli eventi metereologici. La meterologia alternativa si è evoluta ed è stata tramandata nei secoli, fino ad arrivare ai giorni nostri. Di seguito riporto uno stralcio delle mie conoscenze a riguardo; sarebbe bello unire insieme le conoscenze di tutti.

"Spizza al cul, tempo mul."
"Spizza all'osel, tempo bel."
"Spizza al scroto, tempo ignoto."
"Spizza al bit, tempo schit."
"Spizza a tega, nevéga." (In questo caso si è fatto uso di licenza poetica)
"Spizza a capea, qualche stea."
"Spizza al pube, qualche nube."
"Spizza al scroto, terremoto."
"Spizza ai coioni, lampi e toni."
"Spizza ae tette, fulmini e saette."
"Spizza all'ano, uragano."
"Spizza al scroto, maremoto."
"Spizza al monte de venere, piove zenere."

Proposta culturale

Visti gli ultimi post e viste le finalità di questo blog, vorrei riproporre, a tutti i componenti de "Il Manipolo", il suddetto anche come strumento di diffusione culturale; locale e non.
Con ciò voglio dire che dovremmo impegnarci a inserire nel nostro spazio dei materiali per innalzarne ulteriolmente il livello culturale.

Sicuro di un vostro riscontro positivo, colgo l'occasione per augurarvi una buon svolgimento delle vostre attività (lavorative e non) e una serena giornata.

domenica 16 gennaio 2005

RE: Citazione

Una variazione sul tema...
"Pittura e stucco, incuea el baucco!"

venerdì 14 gennaio 2005

Citazione

"Stucco e pittura fa bea figura!"
Vale con notevole peso anche nel mondo femminile...

RE: Buono studio!

Grazie... concordo in pieno sul "è ora che anche voi andiate a lavorare"... soprattutto dopo aver visto che po po di figura professionale è diventato il Frego...

Un pomeriggio col Depra

Avete presente che bel personaggino è il Depra? In base alla sua cura personale e al modo "Enterprise" di affrontare ogni cosa vi immaginerete la sua sede lavorativa, la Prosa, come quella della Microsoft a Milano 2 (spero che l'abbia vista qualcuno oltre a me). Beh....non è proprio a Milano. E' a Noale. Io, Alessio e Redy possiamo confermare che, dall'esterno, pensavamo di essere a casa sua! Poi all'interno ci siamo ricreduti visto che ad ogni porta c'era un cartellino che specifica che lavoro si svolge. Peccato che abbiano solo 3 uffici! La segretaria ci invita ad accomodarci in reception (una sedia per sedersi) mentre attendavamo il prof che è uscito dalla stanza di elaborazione dati (che integrava il cesso al suo interno) con fare soddisfatto e una macchia di liquido lungo tutto il maglione!

Ancora una volta è valido il detto: Stucco e pittura fa bea figura!

Buono studio

In bocca al lupo per gli esami! Mi raccomando, ormai è ora che anche voi andiate a lavorare...

venerdì 7 gennaio 2005

I'm back...

Beh, visto il ritardo... Auguri di buona conclusione delle festività!

Il titolo del post sta ad indicare il great return alla Night&Day Modality! Tipica delle grandi ere del cacazio studentesco... Ho eserdito ieri con un bel 4.00 am... giuda Renzo!

Unive... tà ma rot i cordoni!!